Sussia – Chiesa di San Michele


Negli atti della visita pastorale del vescovo Antonio Redetti (1738) viene menzionata per la prima volta la chiesa dedicata a S. Michele.

La chiesa è posta nel piccolo borgo di Suissa, tra verdi pascoli e folti boschi su un ondulato altopiano. Orientata con l’altare ad est, presenta la facciata intonacata ed ospita al centro l’ingresso affiancato da due finestre rettangolari; sopra l’ingresso è posta una finestra. La copertura con struttura a due spioventi conclude l’edificio.

Internamente la decorazione è molto sobria, il corpo della navata risulta intonacato, mentre quello del presbiterio è in muratura a vista come il corpo a due piani; si presenta ad unica navata suddivisa da lesene in due campate, il cornicione percorre le pareti della navata e del presbiterio interrompendosi solo sulla parete di fondo di quest’ultimo. La navata è coperta da volta a botte. Un ingresso posto in corrispondenza della parete di sinistra conduce alla sagrestia, mentre l’ingresso posto a destra della navata, conduce all’esterno della chiesa, sopra quest’ultimo è collocata una finestra che illumina l’interno. Il presbiterio è rialzato di due gradini ed è coperto da volta a botte.

Sulla parete di fondo piana è collocato in alto sopra l’altare, un medaglione in legno intagliato che rappresenta San Michele; in una nicchia, al centro della parete è conservata la statua della Madonna del Rosario risalente al 1882, vestita con un prezioso abito in broccato.


precedente: San Nicola – Chiesa di San Nicola da Tolentino  
successiva: Vetta – Chiesa della Beata Vergine Assunta
LE CHIESE DELLA PROSSIMA UNITÀ PASTORALE