Storie di vita dal Lacor

 
 

Il Lacor continua a offrire assistenza e cure di qualità alle popolazioni più svantaggiate anche in tempi di pandemia Covid-19. Lo dimostrano i numeri dell’anno 2019-2020 che comprendono il periodo che va da marzo a giugno 2020, cioè i primi quattro mesi di pesanti restrizioni dovute al coronavirus.

In quei mesi muoversi era severamente vietato e neanche i più malati o le donne in procinto di partorire riuscivano a raggiungere i centri sanitari.

Ecco un’anticipazione dei dati che, come ogni anno, trovate sul primo numero di Notizie dal Lacor che arriverà nelle vostre case in febbraio. 

Nonostante l’inevitabile calo, i pazienti curati sono stati ben più di 230 mila, con oltre 34 mila ricoveri. Numeri che continuano a fare del Lacor uno dei maggiori ospedali non profit dell’Africa Equatoriale.

Anche lo scorso anno l’ospedale fondato da Piero e Lucille Corti ha confermato di essere un riferimento per donne e bambini; ogni dieci persone che si rivolgono per chiedere assistenza e cura, infatti, otto sono donne o bimbi con meno di sei anni.