Pellegrinaggio Diocesano in Terra Santa

Care amiche e cari amici,
“la parola di Gesù è semplice, diretta, personale: “Seguimi”. Una parola che immediatamente evoca un cammino”. Così nella Lettera pastorale “Uno sguardo che genera” mi introduco in quella “quintessenza dell’esperienza” della vocazione, che consiste nel “seguire” di Gesù.

Oggi lascio risuonare in quell’appello, il fascino di un cammino che diventa pellegrinaggio: essere fisicamente alla sequela del Maestro, in quella Terra Santa “su cui si posano sempre gli occhi del Signore”. Perché di questo sguardo che “ci rigenera”, abbiamo tutti un bisogno profondo.

Farsi pellegrino, significa vestire i panni dello straniero: è l’audacia dell’estraniarsi da tutto ciò che ci è familiare, per ritrovare la bellezza di incrociare lo sguardo di Dio e riposare in esso. È in questo sguardo unico, la scommessa con sé stessi, perché “il cammino apre il cuore, lasciando emergere l’intuizione di una vita sensata e liberamente condivisa”.

L’invito allora, è quello di mettere “nel cuore le Tue vie”: quelle che ci portano nella Terra che respira dei desideri e delle speranze di pellegrini di ogni dove e di ogni tempo. È in questa terra, la Terra di Gesù, che il grande Ignazio di Lojola tornava a contemplare le impronte venerate nell’edicola dell’Ascensione, per vedere in esse la direzione da prendere: perché questa Terra è la miglior scuola di fede, capace di cambiare la vita ed il cuore!

Saranno giorni capaci di saziare i nostri sguardi, abitati dal respiro della preghiera e vissuti nella testimonianza offerta e ricevuta, per continuare a discernere tra le tante voci del mondo, l’antica e sempre nuova voce del Maestro che sempre ci chiama.

Andiamo insieme nel paese di Gesù!
+ Francesco vescovo

8 LUGLIO: ITALIA / TEL AVIV / NAZARETH
Vocazione: “Anch’io ho deciso di fare ricerche” (Lc. 1,1-4)
La fede è il racconto di una ricerca: l’inizio di una storia è nell’origine di una chiamata

Ritrovo dei partecipanti e trasferimento all’aeroporto. Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per Tel Aviv. Trasferimento a Nazareth. Sistemazione in hotel per la cena e il pernottamento.

9 LUGLIO: NAZARETH / SEFFORIS
Vocazione: l’evento “Gesù” ci rende prossimo Dio
Gesù dentro la storia degli uomini apre la porta della Parola (Lc 2,1-2; 3,1-2; Col 4,3)

Colazione in hotel. In mattinata visita di Nazareth: Basilica dell’Annunciazione, chiesa di S. Giuseppe, chiesa di San Gabriele e luogo della memoria della Sinagoga dove Gesù dà inizio alla sua predicazione. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento presso il sito archeologico di Sefforis, capitale della Galilea fino al 20 d.C. In questa rete sociale-geografica si forma l’orizzonte mentale di Gesù. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

10 LUGLIO: MAGDALA / MOLTIPLICAZIONE DEI PANI / MONTE DELLE BEATITUDINI / TABGHA /CAFARNAO
Vocazione: accorgersi che il Regno è presente e nascosto in me (Lc 17,20)
Gesù Messia che annuncia la prossimità del Regno di Dio (Lc 13,18-20, Lc 14, 15-24)

Colazione in hotel. Mare di Galilea: Magdala, città di Maria, l’apostola degli apostoli, e con lei il gruppo delle donne che dopo aver seguito e servito Gesù, danno agli Undici l’annuncio della resurrezione. Santuario delle Beatitudini, della Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci, Tabgha, chiesa del Primato di Pietro e Cafarnao, dove Gesù compì molti miracoli e dove sono conservati i resti della casa di Pietro; possibile traversata del lago in battello da Cafarnao all’altra riva. Pranzo in ristorante in corso visita. Cena e pernottamento in hotel.

11 LUGLIO: TABOR / CESAREA / BETLEMME
Vocazione: la storia del granello di senapa (Lc 13, 19)
Il senso di una vita: donarla! Perché l’amore è tutto (1Cor 13)

Colazione in hotel. Tabor, luogo della Trasfigurazione. Cesarea Marittima: ultima tappa del secondo e terzo viaggio missionario di San Paolo e due anni di prigionia. Da qui fu imbarcato per Roma dove verrà ucciso per il Vangelo. Qui si ricorda la presenza del diacono Filippo, di Pietro, del centurione Cornelio, della prima Pentecoste ai pagani. Pranzo in ristorante in corso visita. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

12 LUGLIO: MASADA/ GERICO / BETLEMME
Vocazione: il contagio di un esempio nelle vicende di una vita. “Va’ e anche tu fa’ così” (Lc 10,25 –37)
Gesù dentro “le terre esistenziali” del I secolo.

Colazione in hotel. Masada, fortezza di Erode il Grande. Al Giordano, rinnovo delle promesse battesimali. Gerico: Monastero delle Tentazioni (non visitabile). Ricorderemo Elia ed Eliseo, Sedecia, ultimo re della casa di Davide ed infine, la presenza di Gesù. Betlemme, “la città di Davide”: nascita di Beniamino, sepoltura di sua madre Rachele. Complesso della Basilica della Natività. Pranzo in ristorante in corso visita. Cena e pernottamento in hotel.

13 LUGLIO: IL MONTE SION / IL MONTE DEGLI ULIVI / IL GETZEMANI
Vocazione: ritrovarsi in una Parola che ci precede.
Il Figlio Prodigo Gesù il Servo Sofferente (Lc 15, 11-32)

Colazione in hotel. Monte Sion: Cenacolo, Basilica della Dormizione e, area archeologica del Gallicantu, dove si fa la memoria del tradimento di Pietro. Liturgia penitenziale. Pranzo in ristorannte Nel pomeriggio Monte degli Ulivi: Edicola dell’Ascensione, Betfage, Grotta detta del Pater Noster, Dominus Flevit, Getzemani (Basilica delle Nazioni), Grotta dell’arresto e tomba di Maria. Pranzo in ristorante in corso visita. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

14 LUGLIO: IL KOTHEL / LA SPIANATA /VIA CRUCIS
Vocazione: vivere con fiducia perché siamo nel palmo di Dio
Non temere piccolo gregge perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno” (Lc 12, 22-32)

Colazione in hotel. Ha Kothel, Muro della cinta erodiana, il luogo più sacro maqom kadosh della religione ebraica. Spianata delle Moschee dove sorgeva l’antico Tempio del Signore. Via Dolorosa che secondo una tradizione medioevale ripercorre la via compiuta da Gesù, dal Pretorio al Calvario. Basilica della Resurrezione e Calvario. Pranzo in ristorante in corso visita. Cena e pernottamento in hotel.

15 LUGLIO: AIN KAREM / EMMAUS-NICOPOLI /TEL AVIV / ITALIA
Vocazione: aprire la mente, riscaldarsi il cuore

“Allora aprì loro la mente per comprendere le scritture” (Lc 24, 45)

Colazione in hotel. Ain Karem: chiesa di San Giovanni il Battista e alla Chiesa della Visitazione, che ricorda l’incontro della Vergine Maria con Elisabetta. Emmaus Nicopoli, resti di due basiliche costruite in epoche diverse l’una nell’altra che ricordano l’incontro con i due discepoli. Trasferimento in aeroporto. Operazioni d’imbarco e partenza per il rientro in Italia.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 1.480,00
SUPPLEMENTO Camera singola € 400,00

LA QUOTA COMPRENDE

  • Trasferimenti da e per l’aeroporto in Italia e Israele
  • Viaggio aereo in classe economica Italia – Tel Aviv – Italia
  • Sistemazione in hotel di prima categoria in camera doppia con bagno o doccia
  • Pasti come da programma
  • Tour in bus come da programma
  • Guida biblica
  • Visite ed escursioni come da programma
  • Ingressi come da programma
  • Mance per alberghi, ristoranti e autista
  • Assicurazione medica, bagaglio e annullamento viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Pasti non indicati
  • Bevande
  • Ingressi non da programma
  • Mance alla guida
  • Escursioni facoltative
  • Extra personali
  • Tutto quanto non menzionato a la voce “la quota comprende”

ISCRIZIONI ENTRO IL 30 MARZO 2019

N.B. E’ indispensabile il passaporto individuale valido almeno 6 mesi oltre la data di termine del viaggio – La fotocopia del documento dovrà essere consegnata in agenzia entro 30 giorni dalla partenza. Il programma potrà subire variazioni per causa di forza maggiore.