Pastorale della Cultura

Relazione di Adriano Avogadro [Coordinatore Vicariale “Pastorale della Cultura”] da presentare al Consiglio Presbiterale del 18 gennaio 2017 a San Pellegrino Terme in seguito posticipata al 22 febbraio.


[ngg_images source=”galleries” container_ids=”25″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_imagebrowser” ajax_pagination=”0″ order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]


Slides 1 – Pastorale della cultura nel Vicariato San Giovanni Bianco – Sottochiesa

Slides 2 – “In questo campo servono operai che, con il genio della fede, sappiano farsi interpreti delle odierne istanze culturali, impegnandosi a vivere questa epoca della comunicazione non come tempo di alienazione e di smarrimento, ma come tempo prezioso per la ricerca della verità e per lo sviluppo della comunione tra le persone e i popoli”  (Giovanni Paolo II).

Slides 3 – Anche altre diocesi hanno intrapreso questo cammino   alcuni esempi… – Diocesi di Torino 

Slides 4La Chiesa di Milano

Slides 5 –  Diocesi di Verona

Slides 6 – ma anche diocesi più piccole … Chiesa di Sora, Cassino, Aquino, Pontecorvo

Slides 7 – La diocesi di Bergamo ha dedicato all’argomento già due convegni: il primo nell’ottobre 2015 ha voluto raccogliere il lavoro di tutti coloro che nella nostra diocesi offrono il loro servizio nell’ambito di una pastorale della cultura, dei beni culturali e delle comunicazioni.

Slides 8 – Le parole del Vescovo in occasione del Convegno 2015 dal titolo  “IL VANGELO, LA COMUNITÀ, LA CULTURA”

Slides 9 –  Filmato  presentato in occasione del Convegno

Slides 10 – Convegno Pastorale della Cultura 2016 – “LE COMUNITÀ NEL DIALOGO QUOTIDIANO CON IL MONDO DI OGGI”

Slides 11 – Il Convegno – Una giornata di incontro e di dialogo, da intendere non tanto come un evento a sé stante ma come una tappa lungo un cammino che si propone di mettere sempre più in rete le realtà ecclesiali che si occupano di cultura sul territorio: dai musei alla musica liturgica, dal teatro al cinema, da mostre e percorsi artistici fino alle redazioni dei bollettini parrocchiali. –

Slides 12 – Il Vescovo affida a don Fabrizio la Pastorale della Cultura che si pone due obiettivi da attuarsi il due anni: Obiettivo Primo Anno – Dare rappresentazione del consistente numero di Realtà che operano quotidianamente nella nostra Chiesa, nell’ambito della pastorale della Cultura e Favorire l’incontro, il dialogo, la collaborazione, scambio di esperienze tra tutti gli enti diocesani.

Slides 13 – Da questa analisi emerge che la chiesa bergamasca è molto attiva a livello centrale

Slides 14  15 16 – Gli Enti Diocesani sono numerosi suddivisi in tre settori: Beni Culturali – Progettazione Culturale – Comunicazione

Slides 17 – Scoprire cosa avviene a livello territoriale (nei Vari Vicariati, nelle varie parrocchie) è un obiettivo del secondo anno

Slides 18 – Altro obiettivo la costruzione di una rete, legami preziosi per la formazione, collaborazione tra centro e comunità

Slides 19L’esperienza del Vicariato di Predore (filmato)

Slides 20 – don Fabrizio ha teorizzato la situazione del Vicariato di Ponte S. Pietro

Slides 21  22 – in particolare della Parrocchia di Almenno S. Bartolomeo, da qui la necessità di individuare la figura di un Responsabile Parrocchiale che si interfacci con il Coordinatore Vicariale

Slides 23 24 – profilo del Responsabile Parrocchiale


Obiettivo dell’incontro: Individuare

a) le realtà parrocchiali nell’ambito culturale [corali, responsabili bollettino parrocchiale, sito web, pagina facebook, compagnie teatrali, bande musicali, archivio parrocchiale, biblioteca oratorio o parrocchiale…] 

b) un coordinatore parrocchiale tra le diverse attività.

 

Don Fabrizio Rigamonti, Direttore per la pastorale della cultura

Ufficio Pastorale della  Cultura