La Scuola Campanaria di Santa Croce.

rtiTerzo progetto in Valbrembana

Santa Croce, frazione di San Pellegrino, nel cuore della Valle Brembana, posta a 800 metri di altitudine in un suggestivo passaggio boschivo, è sede della più recente scuola campanaria della Federazione Campanari Bergamaschi, nata all’indomani di un concerto di campanine tenuto dalle scuole campanarie di Roncobello e San Giovanni Bianco lo scorso 1 maggio 2016.

Un trio di giovanissimi frequentanti le classi prima e terza media – Federico, Riccardo e Samuel – si sono avvicinati al mondo delle campane affascinati dalla suono e dalla possibilità di poter continuare una tradizione secolare su un concerto interamente automatizzato alla fine degli anni ’80. Una rapida esplorazione effettuata sul campanile la sera del concerto aveva rivelato come vi fosse in cima la tastiera per il suono a festa e, in angolo della torre, le corde per il suono manuale, arrotolate e messe da parte al momento dell’automazione.

Nel corso dell’estate, grazie all’opera dei volontari della Federazione, sono stati reinseriti i fili che collegavano la tastiera ai singoli batacchi, ripulita la tastiera e iniziati interventi per l’aggancio provvisorio delle corde per il suono manuale delle campane in occasione delle feste. I ragazzi del paese hanno pulito il campanile, messo in ordine la struttura e iniziato ad alternare il suono a computer col suono a mano, dando nuovo colore al paesaggio con melodie apprese dal computer locale e dai video tutorial che la Federazione Campanari Bergamaschi mette a disposizione dei giovanissimi che aderiscono all’associazione. Molto entusiasmo nel mettere in atto quanto appreso da video, spartiti, incontri e lezioni per salvare e rilanciare una tradizione antica da condividere con i giovani, colorare il paesaggio sonoro e della fede, rievocare antiche tradizioni.

Per informazioni sulla Scuola Campanaria di Santa Croce, contattare l’indirizzo e-mail: luca.fiocchi@libero.it

Articolo tratto da

La Scuola Campanaria di Santa Croce: terzo progetto in Valle Brembana