La risorsa della nostra montagna. Un futuro possibile!

PERCORSO APERTO A TUTTE LE ASSOCIAZIONI E A TUTTE LE PERSONE CHE VIVONO IL TERRITORIO DELLA NOSTRA ALTA VALLE BREMBANA

Nell’ambito del percorso “Molte fedi sotto lo stesso cielo” promosso dalle ACLI di Bergamo, anche quest’anno stiamo cercando di promuovere in Alta Valle Brembana alcuni incontri per riflettere e iniziare a tessere il futuro possibile per la nostra montagna dal titolo:

LA RISORSA DELLA NOSTRA MONTAGNA: UN FUTURO POSSIBILE!

Quale futuro per i nostri paesi? Quali risorse può offrire il nostro territorio, oltre al turismo, perché continui ad essere abitato? Ci piace pensare che queste nostre comunità rimangano vive, permettendo alle giovani generazioni di coltivare e di realizzare il sogno di costruirsi un futuro qui. Ci sta a cuore che questi luoghi non siano solo fruibili per qualche giorno all’anno da turisti e villeggianti, ma possano trovare le possibilità in grado di sostenere la scelta di non abbandonare questo territorio.
Se i giovani scappano verso la città quale futuro resta per le nostre montagne?
È possibile sperimentare nuovi modelli di sviluppo coerenti con le risorse dei territori per costruire comunità più consapevoli della propria identità di luogo e appartenenza culturale, orientate ad uno sviluppo sociale e solidale?

PERCHÉ TESSERE IL FUTURO?

Viviamo in una società caratterizzata dal pensiero liquido, dalla cultura dello scarto, dalla fragilità di relazioni spesso costruite a distanza, dall’incertezza del futuro. Occorre ri-costruire legami sociali solidi. 
Quale eredità storica vogliamo lasciare alle nuove generazioni? Quale domani stiamo costruendo già nell’oggi? 
È importante che ci confrontiamo e riflettiamo insieme sulla responsabilità della cura della realtà che ci è affidata, che costruiamo modelli nuovi e percorribili di un futuro abitato dalla speranza, per costruire nuove buone pratiche di convivenza civile e di passione comunitaria!

SI PUO’, INSIEME, SCOMMETTERE SU QUESTO?

I contributi di riflessione e di esperienze che desideriamo offrire al nostro territorio, vogliono essere un umile tentativo di tenere aperto un confronto rispetto al futuro della nostra montagna, che sappia, superando la nostalgia per il sempre glorioso passato, guardare con fiducia al futuro, perché “insieme si potrebbe”!

IL PROGRAMMA

Venerdì 24 gennaio 2020 ore 20,30
Valnegra – sala polivalente scuole medie Via Marconi 8/10 
VIVERE LA MONTAGNA TRA IDENTITA’, SVILUPPO E PARTECIPAZIONE
con ALBINO GUSMEROLI, ricercatore del Consorzio AASTER epresidente dell’Associazione AAsterLab

Venerdì 7 febbraio 2020 ore 20,30
Piazza Brembana – oratorio Via don Tondini 14
GIOVANI E MONTAGNA: UN FUTURO È POSSIBILE?
con prof. Alberto Tamburini, Università della Montagna Edolo

Venerdì 21 febbraio 2020 ore 20,30
Olmo al Brembo – salone parrocchiale via S. Antonio Abate 
LA COOPERATIVA DI COMUNITA’: UN MODELLO DI INNOVAZIONE SOCIALE
con Giovanni Teneggi, cooperatore e Beppe Guerini, Presidente Confcooperative

Domenica 1 marzo 2020 ore 15,00
Branzi –  cineteatro via Umberto I
 (S)LEGATI – Spettacolo teatrale di e con Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi.
Una produzione A.T.I.R. TEATRO RINGHIERA
È la storia di un sogno ambizioso: essere i primi al mondo a scalare il Siula Grande.
Ma è anche la storia di un’amicizia, e della corda che, durante quella terribile impresa, lega questi due giovani ragazzi. La corda che mette la vita dell’uno nelle mani dell’altro. È al contempo una metafora: delle relazioni, tutte, e dei legami. La montagna diventa la metafora del momento in cui la relazione è portata al limite estremo, in cui la verità prende forma, ti mette alle strette… a fare l’unico gesto necessario alla vita di entrambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.